Informazioni

Servizi e Attività

La costruzione delle prime fortificazioni della Rocca di Monselice si colloca nel VI secolo d.C., durante il periodo di massima tensione fra i Bizantini ed i Longobardi. La fortificazione bizantina era composta da due anelli muniti di torri difensive che, partendo dalla sommità, cingevano oltre metà dell’altezza del colle. Nei secoli successivi la fortezza subì continui miglioramenti: nel XIII secolo la costruzione del Mastio e della cittadella sommitale per volere dell’imperatore Federico II; nel XIV secolo il sistema di mura concentriche - tutt’ora in parte visibile - voluto dai Carraresi che riutilizzava le strutture precedenti. Tra le torri che caratterizzavano le cinque cerchie murarie, si distinguevano due "rocchette": la Rocca di S. Giorgio ed una seconda (Rocca di S. Pietro) andata completamente distrutta dalla cava di trachite.

Il declino venne nel XVI secolo quando il medioevo lasciò il posto alla modernità e le fortificazioni medievali non rispondevano più alle nuove esigenze e tecniche militari.